New media

29 maggio 2012 | 9:37

Panasonic: valuta taglio posti lavoro sede centrale

MILANO (MF-DJ)–Panasonic sta valutando il taglio del personale nella sede centrale di Osaka, in Giappone, nel tentativo di semplificare le attivita’ dopo aver registrato, lo scorso anno, una perdita record. Lo rivela una fonte vicina al gruppo che aggiunge che i 7.000 dipendenti della sede centrale potrebbero essere dimezzati. I tagli saranno effettuati tramite prepensionamento e trasferimenti ad altre attivita’. Panasonic aveva precedentemente annunciato una serie di esuberi ma la sede centrale era sempre stata esente da provvedimenti simili. Sotto il nuovo presidente Kazuhiro Tsuga, la cui carica diverra’ effettiva a giugno, la societa’ punta a tagliare i costi e recuperare la perdita da 772,1 mld yen (9,7 mld usd) registrata lo scorso anno fiscale. Nel nuovo anno, che si concludera’ a marzo 2013, Panasonic prevede di mettere a segno un utile netto di 50 mld yen. “La mossa mostra come il nuovo management sia seriamente interessato a condurre un serio programma di ristrutturazione”, aggiunge la fonte, che ha preferito rimanere anonima. Il gruppo dovrebbe avviare le trattative con i sindacati a luglio e procedere agli esuberi in autunno. red/est/ria