Video

31 maggio 2012 | 12:06

L’appello per la trasparenza degli atti della pa

Presentata alla Camera dei Deputati il 29 maggio 2012 l’iniziativa per un ‘Freedom of information act in Italia’, con cui si chiede la totale trasparenza degli atti della pubblica amministrazione. Tra i promotori, Critica Liberale e la Società  Punnunzio, numerose associazioni, giornalisti, giuristi, politici, professori e singoli cittadini. Sul sito www.foia.it è possibile aderire all’appello, che recita:

“Noi riteniamo che uno dei mali, e tra i più gravi, che colpisce la nostra Repubblica sia il cattivo rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione, e l’attuale legislazione che fa della pubblica amministrazione un corpo separato e opaco.
Riteniamo essenziale il riconoscimento del diritto di tutti di chiedere conto delle scelte e dei risultati del lavoro amministrativo, con una legge sul modello del Freedom of Information Act presente in moltissimi paesi democratici.
Vogliamo quindi l’introduzione, anche nella disciplina italiana, dell’obbligo per la pubblica amministrazione di rendere trasparenti i propri atti.
Consideriamo che un passo fondamentale sarebbe anche l’introduzione in Italia della Convenzione del Consiglio d’Europa del 18 giugno 2009 sul diritto di accesso ai documenti ufficiali, così da garantire «il diritto di ognuno, senza discriminazioni di alcun tipo, all’accesso, su semplice richiesta, dei documenti detenuti dalle pubbliche autorità  ».
È fondamentale per uno stato democratico che – come è scritto nella stessa Convenzione – il cittadino si formi «una opinione sullo stato della società  e sulle autorità  pubbliche » e rafforzi «l’integrità , l’efficienza, l’efficacia e la responsabilità  delle autorità  pubbliche favorendo così l’affermazione della loro legittimità  ».
Consapevoli che l’assenza di un rapporto paritario tra cittadino e pubblica amministrazione ha un peso crescente nel progressivo declino della nostra Repubblica, chiediamo che una nuova normativa in grado di garantire il diritto di accesso alle informazioni della pubblica amministrazione entri con urgenza nell’agenda governativa e parlamentare”.

Get the Flash Player to see the wordTube Media Player.