Televisione

31 maggio 2012 | 13:01

Media: Tv2000 sbarca su YouTube. Boffo, web nuovo cortile dei gentili

(ASCA) – Roma, 31 mag – La televisione dei vescovi italiani, Tv2000 apre il suo canale ufficiale su YouTube per incrementare la sua presenza sui social network. L’emittente televisiva, diretta da Dino Boffo, grazie all’accordo di partnership con YouTube, la piattaforma di video sharing piu’ vista e cliccata del mondo, prosegue cosi’ il proprio cammino intrapreso sul fronte della crossmedialita’. ”Siamo convinti che la nostra presenza su YouTube possa contribuire ad una maggiore conoscenza della nostra televisione, dei nostri programmi, dei nostri servizi, del nostro palinsesto – spiega Dino Boffo, direttore di Tv2000 -. Proprio perche’ la nostra e’ una tv che, se ci riesce, vuol parlare a tutti, donne e uomini di ogni eta’, ma anche ai giovani, ha scelto di entrare nella piazza virtuale del web in quel ‘cortile dei gentili’ in cui c’e’ spazio per il dialogo e il sereno confronto. Tv2000 vuole rivolgersi a credenti, a persone tiepide, inquiete o in ricerca. Il che significa che, pensando concretamente al palinsesto, teniamo a mente delle tipologie precise di persone. Questo nuovo spazio su YouTube consentira’ ancora di piu’ alle persone di entrare a far parte della community di Tv2000 e partecipare cosi’ alla vita della nostra televisione”. L’emittente televisiva, dopo l’avvio della newsletter multimediale nel febbraio 2011, il rinnovo meno di un anno fa del sito Tv2000.it e lo sviluppo dei mini-siti dei programmi, tenendo conto dei nuovi linguaggi del web 2.0 e della condivisione dei contenuti sui social network, con il canale ufficiale su YouTube aggiunge un altro tassello alla sua offerta sulla Rete. ”YouTube rappresenta una piazza virtuale importante e molto frequentata – sottolinea Marco Guglielmi, direttore generale di Tv2000 -. E’ una vetrina in cui esporre il proprio brand, i propri contenuti. Anche in termini di rapporto costi/benefici, non comporta spese. La scelta di essere presenti sulla Rete puo’ dar luogo a ricadute positive per la nostra emittente, utili a coinvolgere sempre di piu’ quanti siano interessati alla nostra offerta televisiva”.