Editoria

04 giugno 2012 | 9:54

PREMI: NERI POZZA, 25MILA EURO PER OPERA INEDITA IN ITALIANO

(ANSA) – MILANO, 1 GIU – Di fronte a una situazione internazionale dell’editoria critica, la casa editrice Neri Pozza ha deciso di tentare di smuoverla istituendo un Premio Nazionale di Letteratura per opere inedite, di autori italiani e stranieri, scritte in italiano. Ne hanno dato l’annuncio a Milano il direttore editoriale Giuseppe Russo e l’amministratore delegato Alessandro Zelger, presenti gli scrittori David Nicholls e Sarah Quigley. “E’ un impegno non indifferente – ha detto Russo riferendosi all’assegno di 25 mila euro in palio e la possibilità  di essere pubblicati dalla casa editrice -. E’ il premio letterario più ricco in Italia”. A parte il significato economico, il premio, di cui è sponsor Pal Zileri, è stato ideato in un momento in cui “sta passando una nuova idea di scrittura basata soprattutto sulla tecnica di scrittura. Questo significa che si è perso il senso dell’arte”, ha spiegato il direttore editoriale della Neri Pozza, casa editrice che all’anno pubblica circa 80 nuovi titoli e nonostante la crisi ha registrato “più o meno lo stesso risultato dell’anno scorso”. Il premio muove dal presupposto che sia ancora possibile una “narrativa di idee d’arte e di poesia – ha aggiunto Russo -. La letteratura è leggibile, richiede riflessione, e coglie lo spirito del tempo”. Al premio, istituito nel centenario della nascita dell’editore vicentino Neri Pozza, non sarà  ammessa la letteratura di genere, come il giallo, il romanzo poliziesco, il fantasy il memoir. I manoscritti, in duplice copia, dovranno essere spediti alla Neri Pozza a Milano, entro il 15 aprile 2013. Dodici opere saranno scelte da una commissione selezionata dalla casa editrice e annunciate entro il 30 giugno 2013. Saranno sottoposte alla lettura di un Comitato di Lettura composto dal filosofo Giorgio Agamben, gli agenti letterari Luigi Bernabò e Marco Vigevani, il giornalista Stefano Malatesta, il critico Silvio Perrella, la scrittrice Sandra Patrignani e il direttore Russo. Saranno selezionate cinque opere finaliste e la premiazione del vincitore avverrà  a settembre 2013 nella suggestiva cornice del Teatro Olimpico di Vicenza. (ANSA).