TLC: I DISPOSITIVI DIGITALI CAMBIANO MODO DI PENSARE DEI BAMBINI

(AGI) – Pechino, 1 giu. – I dispositivi digitali svolgono un ruolo sempre piu’ importante nello sviluppo dei bambini, dopo quello ricoperto dalla scuola. E’ quanto emerge da un’indagine del China Young Pioneers, condotta tra oltre 5mila studenti provenienti da 50 scuole primarie e centri giovanili di Guangzhou, provincia del Guangdong, ai quali sono state chieste informazioni sulle abitudini di uso dei nuovi media. Piu’ della meta’ degli intervistati ha un cellulare e il 67 per cento usa regolarmente l’iPad per motivi di intrattenimento. (AGI) Red/Eli (Segue)
Nel sondaggio, condotto tra marzo e aprile, il 90 per cento usa con regolarita’ applicazioni come Fruit Ninja e Angry Birds, su iPad e cellulari. “In un’era di informazioni di massa, i bambini vivono circondati da media diversificati – ha detto a Chinadaily Zhang Haibo, del comitato di lavoro di Guangzhou del China Young Pioneers, organizzazione per bambini dai 6 ai 14 anni -. Hanno facile accesso a dispositivi digitali come iPad e cellulare. Rispetto ai media tradizionali come giornali e televisione, quelli digitali possono facilmente danneggiarli, perche’ non possono giudicare se siano appropriati o meno per loro”. Zhang suggerisce pertanto di fare attenzione al fenomeno della “Apple generation”. L’82 per cento dei partecipanti si connette a internet quotidianamente, e l’84 per cento usa QQ, uno degli instant messenger piu’ popolari in Cina. “I nuovi media hanno definitivamente cambiato il loro modo di pensare e i modi di studiare e comunicare”, ha detto Zhang. Il 27 per cento degli intervistati ha dichiarato di usare internet come risorsa supplementare di informazioni per lo studio. (AGI) Red/Eli

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci