UE: NUOVE REGOLE PER FIRME ELETTRONICHE VALIDE IN TUTTA EUROPA

(AGI) – Bruxelles, 4 giu. – La Commissione europea propone nuove norme per consentire transazioni elettroniche transfrontaliere sicure e la possibilita’ per cittadini e imprese di utilizzare i loro regimi nazionali di identificazione elettronica per accedere ai servizi pubblici negli altri paesi dell’Ue. Inoltre, il regolamento proposto prevede la creazione di un mercato interno per le firme elettroniche e i servizi fiduciari online connessi, che opereranno cosi’ attraverso le frontiere con il medesimo valore legale dei processi tradizionali su base cartacea. (AGI) Ven
La proposta, spiega la Commissione, rispetta sia i sistemi nazionali di identificazione esistenti che le preferenze degli Stati membri che non hanno un regime nazionale di identificazione. Inoltre, consente ai paesi che prevedono l'”identita’ elettronica” di aderire al regime europeo o di rimanerne al di fuori. Uno Stato membro che notifica l’intenzione di aderire al regime paneuropeo deve offrire lo stesso accesso ai servizi pubblici che gia’ offre ai propri cittadini. Come ha commentato la vicepresidente della Commissione europea, Neelie Kroes, “occorre che i cittadini e le imprese possano trattare nell’ambito di un mercato unico digitale senza frontiere, perche’ e’ questo il valore di internet. Anche la certezza del diritto e la fiducia sono essenziali e per questo occorre un regolamento piu’ completo sulle firme elettroniche e sull’identificazione elettronica: in questo modo, si evita una segmentazione di internet e dei servizi pubblici online in compartimenti nazionali”. (AGI) Ven

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi