Editoria

05 giugno 2012 | 9:21

INFORMAZIONE: MOBILITAZIONE ODG E ASSOSTAMPA A CASAL DI PRINCIPE

(AGI) – Caserta, 4 giu. – “Esistono due tipi di intimidazioni ai giornalisti: la richiesta di risarcimento civile e le minacce fisiche che continuano ad esserci ancora oggi, per questo chiedo maggiore protezione per i colleghi e maggiore attenzione da parte delle forze dell’ordine a questo tipo di fenomeni”. Cosi’ il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, nella giornata di mobilitazione a Casal di Principe per la liberta’ di stampa e di espressione promossa dall’Odg, dall’Associazione campana della stampa e dalla casa editrice Cento Autori.
“Questo libro dimostra che la cronaca fatta bene da molto piu’ fastidio dell’opinione di un qualsiasi luminare – ha concluso Lucarelli – e contro questo tipo di iniziative combatteremo sempre”. Con gli autori del libro si sono schierati la Fnsi, l’Assostampa campana, la Cgil, esponenti del mondo delle istituzioni, della politica e dell’associazionismo. “Bisogna creare un cordone mediatico per dare ampio risalto a queste intimidazioni – ha spiegato Enzo Colimoro, dell’Assostampa Campania – ci sono casi in cui avvocati forniscono assistenza gratuita a coloro che si sentono in qualche modo diffamati e i giornalisti italiani non hanno un’assicurazione sulla difesa legale che in qualche modo li tuteli, quindi spesso ci rimettono in prima persona”. Alla manifestazione erano presenti alcuni degli autori del libro, il presidente del Can (Centro agroalimentare di Napoli) Lorenzo Diana, il presidente della Fai, Tano Grasso, Geppino Fiorenza di Libera, il parroco di Casal di Principe, Don Carlo Aversano, e tanti altri che sono intervenuti a difesa della liberta’ di stampa. (AGI)