MEDIASET: ASCOLTI, CANALE 5 SI AGGIUDICA LA PRIMA SERATA

(AGI) – Roma, 5 giu. – Ieri le Reti Mediaset si sono aggiudicate prima e seconda serata rispettivamente: 9.689.000 telespettatori, (40.18% di share sul target commerciale) e 3.574.000 telespettatori (34.91%di share sul target commerciale). Canale 5 e’ stata rete leader in prima serata con 3.785.000 telespettatori totali e il 16.08% di share sul target commerciale. Il Tg5 delle ore 20.00 ha avuto il primato dell’informazione sul target commerciale con una share del 23.67% e 4.442.000 telespettatori totali. L’edizione delle ore 13.00 e’ stata leader sul pubblico totale con 3.922.000 telespettatori e il 24.33 % di share sul target commerciale. Buon risultato per le due edizioni di Studio Aperto: l’edizione delle ore 12.25 ha ottenuto 2.782.000 telespettatori totali e una share del 27.54% sul target commerciale mentre alle 18.30 ha registrato una share 12.50% sul target commerciale e 1.161.000 telespettatori totali.
Le edizioni del Tg4 hanno ottenuto alle 11.30 una share del 7.41% (615.000 telespettatori totali) e alle 18.55 ha realizzato 1.027.000 telespettatori totali.
Su Canale 5 lo Speciale TG5 ha ottenuto 4.437.000 telespettatori, share del 19.55% sul target commerciale.
Il film “The Resident” si e’ aggiudicato la prima serata con 3.313.00 telespettatori totali e una share del 14.29% sul target commerciale. Su Italia 1, in prima serata, molto bene la serie in prima tv “Grey’s Anatomy”: nel primo episodio 2.483.000 spettatori, share dell’11.94% sul target commerciale e nel secondo episodio 2.493.000 spettatori, share del 13.28% sul target commerciale. Su Retequattro, in prima serata, per il ciclo Sergio Leone, il film “Giu’ la testa” e’ stato seguito da 1.556.000 telespettatori totali. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi