TV: AIDA IN 3D IN DIRETTA, PER LA PRIMA VOLTA AL MONDO SU SKY

IL 23 GIUGNO DALL’ARENA DI VERONA ALLE 21 SU SKY 3D E CLASSICA

(ANSA) – ROMA, 5 GIU – Aida in 3D. In occasione del 90/mo Festival Lirico 2012 dalla straordinaria cornice dell’Arena di Verona, Sky trasmetterà  in diretta Aida di Giuseppe Verdi, il capolavoro del maestro dell’opera italiana, in una versione unica. L’opera in quattro atti diretta dal maestro Daniel Oren si annuncia come un vero e proprio evento non solo dal vivo ma anche televisivo, che sarà  trasmesso sabato 23 giugno alle 21 su Sky 3D (canale 150) e in contemporanea su Classica (canale 728). L’opera lirica in quattro atti diretta dal maestro israeliano Daniel Oren si annuncia come un vero e proprio evento, da vivere non solo live all’Arena di Verona ma anche in tv ed eccezionalmente al cinema. Sky 3D, infatti, distribuirà  il prestigioso appuntamento musicale in 36 sale cinematografiche del circuito The Space in tutta Italia. Un appuntamento unico, con un cast tra i più apprezzati a livello internazionale e una messa in scena indimenticabile a cura del regista Gianfranco de Bosio, per rievocare lo stesso allestimento della storica rappresentazione del 1913 che quasi un secolo fa inaugurò la prima stagione lirica dell’Arena di Verona. A presentare il prestigioso appuntamento musicale, ci saranno il critico cinematografico Gianni Canova e la musicista Silvia Corbetta. A loro il compito di introdurre gli spettatori alla scoperta dell’opera, prima del collegamento in diretta dall’Arena, attraverso contributi speciali e un accurato commento. Inoltre, negli intervalli tra i quattro atti, sarà  dato ampio spazio alle interviste con i protagonisti, immagini di backstage e momenti di approfondimento. Sky 3D (canale 150) é l’unico canale italiano interamente in 3D, lanciato a settembre 2011 e sviluppato in partnership esclusiva con Samsung(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi