Comunicazione

05 giugno 2012 | 14:31

Agcom: Di Pietro, Idv fuori da Aula quando si vota.

(ASCA) – Roma, 5 giu – ”L’Italia dei Valori e’ sempre stata contraria ad ogni forma di spartizione lottizzatoria dell’Agcom da parte dei partiti, proprio perche’ un organo di garanzia dovrebbe rimanere terzo rispetto al ruolo della politica. Vogliamo essere coerenti con noi stessi e manifestare il nostro dissenso nel modo piu’ netto possibile, uscendo fuori dall’aula parlamentare al momento del voto”. Lo afferma il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che aggiunge: ”Ci siamo sempre battuti e ci battiamo per una profonda riforma della legge Gasparri e nel frattempo abbiamo promosso, insieme a tante altre associazioni e organi d’informazione, la presentazione di idonei curricula da parte dei candidati e una forma trasparente ed indipendente di valutazione degli stessi. Cio’ non sta avvenendo e questo e’ ingiusto sia per i cittadini che per quegli stessi candidati che hanno presentato il loro curriculum avendone tutti i requisiti, ma che saranno sicuramente esclusi dalla lottizzazione gia’ organizzata a monte. Infatti, nelle solite stanze del sottobosco politico, hanno gia’ scelto chi eleggere secondo una vera e propria spartizione fra rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione. Peggio ancora: non e’ nemmeno stato previsto il divieto di partecipare a tale incarico a parlamentari ed ex parlamentari, con un evidente conflitto di interesse”. Conclude Di Pietro: ”Facciamo appello al governo e al Pd perche’ impediscano che i grandi interessi in gioco si impossessino delle istituzioni che li dovrebbero regolare e vigilare”.
com-ceg/sam/ss