Agcom: Monti sceglie Cardani per la presidenza

MILANO (MF-DJ)–Oggi Monti dovrebbe comunicare la sua scelta circa il nuovo presidente dell’Autorita’ per le comunicazioni, quell’Agcom che da 24 ore è sulla bocca di tutti per l’utilizzo del manuale Cencelli sfoderato nell’indicazione parlamentare dei quattro componenti dell’authority. Monti, invece, ha deciso e indicherà  alle commissioni del Parlamento competenti, che poi dovranno ratificare con i due terzi la sua scelta: il professore della Bocconi, Angelo Cardani, storico collaboratore proprio del premier fin dai tempi della Commissione europea. Si tratta di un nome che avrebbe messo d’accordo tutti, persino il partito dei piu’ riottosi nel Pdl, che si radunano ancora attorno a Silvio Berlusconi. Ma se una partita e’ chiusa, scrive MF, un’altra e’ ancora mezza aperta. E’ il caso della Rai, il cui cda e’ scaduto ormai da un pezzo e che attende di essere rinnovato con una ventata di novita’. Anche qui pero’ le attese saranno deluse, almeno nei pronostici. Come gia’ scritto, se Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera, ha gia’ declinato l’invito di Monti (ieri si e’ lasciato andare ad un commento ermetico su Twitter, “poteri forti, poteri storti, poteri morti”), ieri si e’ aggiunto anche il “no” di un altro autorevole giornalista: Giulio Anselmi, presidente della Fieg e dell’Ansa, ha preferito tirarsi fuori dalla partita. alb

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci