TLC

08 giugno 2012 | 9:50

Agcom/Sedi previste da decreti e uso è stato già  ridotto

Bilancio Autorità  finanziato pe ril 99,8% da contributo operatori

Roma, 7 giu. (TMNews) – L’articolazione degli uffici di Agcom sulle sedi di Roma e di Napoli è stata stabilita da decreti della Presidenza del Consiglio. E’ quanto si sottolinea in ambienti dell’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni in riferimento ad alcune dichiarazioni del capogruppo Idv alla Camera Massimo Donadi che ritiene “inconcepibile” la doppia sede.

“L’affitto della sede di Napoli presso il Centro Direzionale risale a 14 anni orsono e a più riprese – ma senza successo – è stata richiesta la disponibilità  di una sede pubblica al demanio, che ha in ogni caso accertato – si osserva – la congruità  del canone di locazione. L’attuale Consiglio, nell’ottica di un’organizzazione più efficiente e razionale ha riunito in un unico edificio gli uffici di Roma provvedendo altresì a ridurre i piani occupati nella sede napoletana di Torre Francesco dagli originari 24 agli attuali 14″.

Negli ambienti dell’Agcom si fa inoltre osservare che il bilancio dell’Autorità  “non grava se non in misura insignificante sui conti pubblici, essendo attualmente pressoché interamente finanziato (99,8%) dal contributo degli operatori del settore”.

red-eco