New media

11 giugno 2012 | 15:34

INTERNET: RICAVI DELLE MOBILE APP RADDOPPIANO, DOMINA APPLE

POLITECNICO MILANO,I GIOCHI SONO LE APPLICAZIONI PIU’ REDDITIZIE

(ANSA) – ROMA, 11 GIU – Le app sempre più protagoniste del mercato ‘mobile’ grazie alla diffusione esponenziale di smartphone e tablet: nel 2011 quelle scaricabili dagli store sono raddoppiate raggiungendo un valore di 75 milioni di euro. E a quota 800 milioni, +52%, è arrivato il mobile internet, ossia il volume di spesa degli utenti in connettività  da cellulari e smartphone e per il 2012 si preannuncia un trend di crescita quasi analogo. Nel mercato delle app domina Apple – l’85% è nelle sue mani – e i giochi guidano la classifica delle 50 applicazioni più redditizie. E’ questa la fotografia del settore secondo una ricerca condotta dall’Osservatorio Mobile Internet, Content&Apps, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano. Secondo il report, il mercato a pagamento delle app in mobilità  nel 2011 è stato condizionato da due dinamiche contrapposte: da un lato, un calo dei contenuti più tradizionali (loghi e suonerie, sms informativi in abbonamento); dall’altro un forte boom della vendita di app scaricate dagli store (+89%) e di contenuti veicolati tramite Internet in mobilità  con gli smartphone (+200% circa). A guidare la classifica delle 50 applicazioni più redditizie sia su App Store che su Google Play sono i giochi, con un peso di oltre il 50%. Sono poche (intorno al 10%) le realtà  italiane che riescono a entrare nella classifica delle app Top 50 più redditizie, ma tra queste ci sono anche “giovani sviluppatori indipendenti e start-up – spiega la ricerca – che hanno compreso bene come sfruttare al meglio gli store”. Infatti, secondo un’indagine condotta su quasi 200 sviluppatori italiani di app, se è vero che circa la metà  ha guadagnato meno di 1.000 euro nell’ultimo anno, un 7% ne ha guadagnati più di 50.000. Oltre ai giochi, crescono con tassi interessanti anche la musica (+39%) e i video (+30%), pur continuando ad avere un peso ancora limitato sul mercato complessivo. Relativamente al modello di ricavo, su entrambi i negozi virtuali è cresciuta in maniera molto significativa la componente di app free con il sistema ‘in-app billing’ (‘prova e acquistà ) arrivata, ad esempio, a pesare sull’App Store il 49% a maggio 2012 rispetto al 17% di dodici mesi prima. E anche la pubblicità  ha registrato una crescita nel 2011 (+50%), raggiungendo quota 56 milioni di euro, un valore che ci si attende raddoppi nei prossimi due anni arrivando a pesare quasi il 10% del totale mercato della pubblicità  su Internet. Altri dati interessanti, infine, riguardano il comportamento del consumatore nei confronti delle app in mobilità . Da una indagine condotta in collaborazione con Doxa, emerge che il 31% degli utenti che usano applicazioni ne ha meno di 5, il 34% tra 6 e 20 e il 35% oltre 21. In particolare, gli utenti Apple hanno mediamente 52 applicazioni contro le 30 degli utenti Android. Gli utilizzatori sono per la maggioranza uomini (60%) e hanno prevalentemente tra i 25 e 44 anni (62%).