Rai: sul Cda si rischia l’impasse

MILANO (MF-DJ)–I più spaventati sono quelli del cosiddetto “Partito Rai”, la rete di dirigenti e giornalisti attivi nelle varie ramificazioni sindacali interne, che vantano forti sponde nei partiti, soprattutto quelli del centrosinistra. In questi giorni, scrive MF, hanno cominciato a capire che la posizione di Pierluigi Bersani non e’ tattica. Anche ieri il segretario ha ribadito a chiunque lo abbia cercato (e non sono stati pochi) che il Pd non partecipera’ al voto sui sette consiglieri Rai di nomina parlamentare. L’unica apertura al premier Mario Monti resta la disponibilita’ a votare la ratifica di Anna Maria Tarantola alla presidenza di Viale Mazzini, passaggio parlamentare che richiede i due terzi dei consensi della Commissione di Vigilanza e che, comunque, puo’ essere messo in cantiere solo a elezione avvenuta degli altri sette membri del cda. red/lab

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi