Comunicazione, New media

18 giugno 2012 | 9:54

Media: mobile internet, nel 2011 boom ricavi da content e App

(ASCA) – Roma, 16 giu – Nel 2011 la spesa degli utenti per navigare in Internet dal cellulare e dallo smartphone esplode: con un +52%, sono stati superati gli 800 milioni di euro. E’ quanto si legge nella newsletter di Media Duemila. In occasione della IV edizione del Premio Nostalgia di Futuro, in ricordo di Giovanni Giovannini, Media Duemila, studiando ricerche e documenti interenazionali, analizza il presente della persona digitale per prevedere le trasformazioni messe in atto dai media sociali. E’ boom anche di ricavi da mobile Apps e di vendite di contenuti tramite mobile Web agli utenti che possiedono gli Smartphone (+190%). Grazie a questi nuovi contenuti, finalmente, dopo 3 anni di contrazione, il mercato dei mobile Content&Apps (Pay e Advertising) torna a crescere del 4%, toccando quota 534 milioni di euro, con i ricavi pay a farla da padrone (90%): trainano Giochi (+44%), Musica (+39%) e Video (+30%). Crescono anche i ricavi complessivi da mobile Adv (+50%, 56 milioni di euro) grazie agli investimenti in Display Advertising all’interno di Applicazioni e mobile site e in Keyword Advertising. Apple domina nel mercato della vendita di Apps: oltre l’85% del mercato e’ nelle sue mani. I Giochi guidano la classifica delle 50 applicazioni piu’ redditizie sia su App Store che su Google Play, con un peso di oltre il 50%, di cui circa il 10% sono italiane. E’ quanto emerge dalla ricerca condotta dall’Osservatorio mobile Internet, Content&Apps, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano. ”La rapida diffusione degli smartphone, la proliferazione delle Applicazioni e dei siti mobile, lo sviluppo delle reti cellulari di nuova generazione (Lte), stanno creando un nuovo incredibile ecosistema di business mobile Economy – ha dichiarato Andrea Rangone, Direttore degli Osservatori ICT & Management del Politecnico di Milano – Anche in Italia la mobile Economy sta crescendo bene e puo’ dare nuova linfa allo sviluppo economico del nostro Paese: a livello infrastrutturale, infatti, gli investimenti per la rete cellulare di nuova generazione possono avere un impatto positivo sulla crescita del PIL che abbiamo stimato compreso tra lo 0,2% e lo 0,4% – anche se devono essere affiancati da adeguati investimenti sulla rete fissa (Next Generation Network). Nel 2011 il mercato ha mostrato dinamiche molto interessanti”. Media Duemila. http://www.mediaduemila.it/?p=9617.
m2/dab/rob