WIKILEAKS: TWITTER, ASSANGE RINGRAZIA AMBASCIATA QUITO

NEL NOVEMBRE 2010 UN VICEMINISTRO LO AVEVA INVITATO IN ECUADOR

(ANSA) – QUITO, 19 GIU – Wikileaks, via twitter, ha confermato che il suo fondatore Julian Assange “é sotto la protezione dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra”, ed ha confermato di aver chiesto asilo politico al governo del presidente Rafael Correa, ringraziandolo per l’attenzione rivolta al suo caso. Lo rendono noto i media locali. I media ricordano inoltre che, lo scorso novembre, l’allora vice ministro degli esteri dell’Ecuador Kintto Lucas aveva invitato Assange a Quito “affinché potesse esporre liberamente le sue idee”. D’altra parte, lo scorso maggio, Assange, come si evince da Youtube, ha intervistato per una tv russa lo stesso presidente Correa. Tra i due è scattata un’immediata simpatia e, tra l’altro, il capo dello Stato gli ha illustrato nei dettagli i modi con cui l’ambasciata Usa a Quito ha finanziato, a suo dire, le forze di polizia che il 2 ottobre del 2010 hanno sferrato un golpe contro di lui, fallito nel giro di 24 ore. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi