New media

20 giugno 2012 | 11:01

CINA: STUDENTI CONTRO STAGE OBBLIGATORIO IN FABBRICA IPHONE

SI RIBELLANO PER CONDIZIONI DI LAVORO PESSIME

(ANSA) – SHANGHAI, 20 GIU – Polemiche tra gli studenti dell’Università  tecnologica e di ingegneria informatica di XìAn per l’obbligo di sostenere uno stage durante i mesi estivi alla catena di montaggio della Foxconn, l’azienda taiwanese che per conto della Apple produce e assembla i pezzi per iPhone e iPad. Molti di questi, su internet, scrivono che si tratta di un vero e proprio “addestramento militare” e che l’obbligatorietà  di questo stage nell’azienda ‘dei suicidi’, dove le condizioni di lavoro sono pessime, non è giusta. L’università  ha deciso che senza lo stage in questa azienda si perde la possibilità  della laurea. L’università  ha giustificato la decisione con il fatto di voler dare loro contezza di cosa significa lavorare, di dare loro una esperienza pratica. Allo stage sono obbligati anche coloro che studiano scienze sociali, non soltanto gli ingegneri. Ogni studente sarà  ricompensato con circa 200 euro al mese che dedotte le spese diventano la metà . Alcuni studenti che hanno già  partecipato allo stage, hanno detto di non aver imparato nulla che non sapessero già  dai tempi delle superiori.(ANSA).