Editoria, New media

21 giugno 2012 | 13:45

EBOOK: LIBRI DIGITALI FANNO CRESCERE ACQUISTI IN GENERALE

INDAGINE BISG A EDITECH; LOMBARDIA PUBBLICA +50% EBOOK PER AIE

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – Con l’acquisto di ebook si comperano più libri in generale. E’ quanto emerge dall’indagine del Book Industry Study Group (BISG), presentata da Angela Bole oggi a Editech 2012, la Giornata internazionale di studio e approfondimento sulle innovazioni tecnologiche nel settore editoriale, organizzata dall’Associazione Italiana Editori a Milano. Secondo l’indagine che, dal 2009, ha fotografato gli atteggiamenti degli acquirenti di e-book in America, quasi il 30% degli intervistati (a febbraio 2012) ha speso di più in libri da quando ha cominciato a comprare e-book. Il 50% ha dichiarato di comprare più titoli in qualsiasi formato da quando si è avvicinato ai libri digitali. In particolare, per il mercato degli ebook, oltre il 62% degli intervistati ha dichiarato di spendere di più e oltre il 72% dice di avere incrementato il numero dei titoli elettronici. In Italia, dove l’editoria si è sviluppata storicamente per poli editoriali, secondo l’indagine dell’ufficio studi Aie, nel 2012 le case editrici della Lombardia hanno pubblicato il 32,7% dei libri di carta ma più del 50% di ebook. Mentre nel Lazio la produzione di ebook è al 14,2% e in Piemonte al 9,7%. In Lombardia ha sede il 20% delle case editrici di libri di carta e il 32,5% di quelle di ebook. Nel Lazio le case editrici di libri cartacei sono il 16,1% e quelle di ebook il 17,6% mentre in Piemonte, che costituisce il terzo polo, sono l’8,9% quelle di libri cartacei e il 9,1% quelle di ebook. Per il numero medio di titoli ebook in catalogo è sempre al primo posto la Lombardia con il 97,0% seguita questa volta dalla Campania con l’85,3% e dal Piemonte con il 66,3%. Il Lazio è al quarto posto con il 50,5%. Negli Stati Uniti, i forti acquirenti, cioé quelli che acquistano 4 o più libri al mese, sono le donne, sia per i libri, sia per gli e-book, diversamente da quanto accade ad esempio in Italia in cui l’ebook è ancora molto al maschile. In particolare, sono forti acquirenti di ebook le ragazze dai 18 ai 29 anni e le donne da 30 ai 44 anni e può forse essere questa una delle regioni del successo del romanzo rosa in digitale. I compratori forti sono il 22% di tutti coloro che acquistano libri di carta ma diventano il 35% di chi compra ebook. Per quanto riguarda il totale della copie, questi compratori ne acquistano il 60% se si tratta di libri digitali, contro il 53% dei libri di carta. Nel complesso invece la spesa per i libri digitali è un po’ più bassa: rappresenta il 48% rispetto al 50% di quelli di carta. Sempre in America, secondo l’indagine Bisg, gli acquirenti di libri che hanno acquistato ebook sono passati nel 2010 dal 3 al 13% e nel 2011 dal 13 al 17%. La crescita non è omogenea nei vari settori: crescono molto i libri digitali fiction e mistery, un po’ meno il cooking. Nella scelta dei device, crescono tablet e smartphone, che passano dal 13% dello scorso anno al 24% del maggio 2012. In America un acquirente di libri digitali su quattro insomma sceglie in primis il tablet per leggersi gli e-book. In particolare i tablet sono utilizzati per leggere e-book e per ordinare e-book e altri contenuti. L’iPad al contrario per giocare, leggere e-book e riviste. Infine, l’indagine del Global eBook Monitor di Bowker, su un campione rappresentativo di più mille persone maggiorenni per ogni paese, segnala che la penetrazione di e-book nel mondo è al 19% degli australiani che hanno acquistato un e-book, ha raggiunto il 16% degli americani, il 17% degli inglesi, il 3% dei francesi, l’8% degli spagnoli e il 10% dei tedeschi. (ANSA).