Editoria

25 giugno 2012 | 9:47

SALONE LIBRO, DAL 2013 CI SARA’ ANCHE LA REGIONE OSPITE

ACCANTO AL PAESE OSPITE. TRA EDITORIA, CULTURA E SCUOLA

(ANSA) – TORINO, 23 GIU – Dal prossimo anno il Salone del Libro di Torino, accanto al Paese Ospite d’Onore, avrà  anche la Regione Ospite d’Onore. Ne hanno discusso a Torino il presidente della Fondazione per il Libro Rolando Picchioni, l’assessore alla Cultura della Regione Piemonte Michele Coppola e il coordinatore nazionale Cultura della Conferenza delle Regioni, l’assessore alla Cultura della Calabria Mario Caligiuri. Alla Regione Ospite verrà  dedicato il Padiglione 1, “che diventerà  così – ha detto Picchioni – la casa di quel patrimonio di ricchezza, creatività  e bibliodiversità  rappresentato dai piccoli editori, che non devono essere oscurati dalla potenza di fuoco di 4 o 5 colossi”. “La Regione Ospite d’Onore – ha aggiunto Coppola – sarà  presente non solo con la propria editoria e i propri autori, ma con l’insieme della sua cultura materiale e immateriale. E quindi con concerti, teatro, enogastronomia, rassegne cinematografiche come già  accade per i Paesi Ospiti”. Il progetto prevede anche il coinvolgimento del sistema scolastico della Regione Ospite. L’idea è nata in un incontro il 20 giugno in Commissione Cultura presieduta da Caligiuri, in cui Coppola e il presidente nazionale di Unioncamere Ferruccio Dardanello, hanno proposto a tutte le Regioni italiane ad adottare il modello Piemonte per il sostegno ai piccoli editori, un modello che, grazie a un accordo fra Regione e Unioncamere Piemonte, ha permesso di erogare un bonus di 1.000 euro ad ogni editore che aveva i requisiti necessari, consentendogli di partecipare al Salone 2012.