La signora delle 12,01

Susan Lyne inchioda ogni giorno alle 12,01 su Gilt.com milioni di americane e americani in gara per comprare on line un oggetto di lusso al 70% di sconto. Tutto si consuma in pochi brucianti secondi lasciando in chi riesce ad accaparrarselo l’esaltante sensazione di essere intelligente, furbo, meglio degli altri. E chi non ce la fa non resiste alla tentazione di riprovarci.
Susan Lyne fa parte di quella ristretta categoria di persone le cui scelte professionali hanno un impatto diretto su milioni di persone. A 61 anni, madre di due figlie, membro del consiglio di amministrazione di Aol e presidentessa di Gilt Groupe, il sito di vendite on line di prodotti di lusso di ogni genere, Lyne ha certamente contribuito a dare forma al mondo dell’intrattenimento come lo conosciamo. Senza di lei non ci sarebbero state serie di culto come ‘Lost’, ‘Desperate Housewives’ o ‘Grey’s Anatomy’; né ci sarebbe l’opportunità  di acquistare, precisamente alle 12,01 di tutti i giorni, una borsa di Valentino o un analogo oggetto del desiderio al 70% di sconto. Oggi è una delle star del web 2.0, ma di formazione è giornalista, ha lavorato nell’editoria tradizionale, è stata vice president for production di Abc Disney, e somiglia a quelle ricche signore americane delle commedie sofisticate degli anni Trenta: anzi, a dirla tutta, somiglia a Martha Stewart il cui impero ha governato mentre la titolare era in vacanza pagata nel carcere di minima sicurezza di Alderson in Virginia.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 429 – giugno 2012

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta