Borsino dei direttori

26 giugno 2012 | 9:25

da caporedattore a direttore della ‘Gazzetta del Sud’

Ha aspettato che il 13 aprile scattasse il sessantesimo anniversario delle pubblicazioni, poi Nino Calarco ormai prossimo agli ottanta anni ha lasciato la Gazzetta del Sud, dove era entrato nel 1952 e dal 1968 era direttore, per diventare presidente onorario della Fondazione Uberto Bonino e Maria Sofia Pulejo, che controlla la maggioranza della testata. Al suo posto al vertice del giornale è arrivato il 1° maggio il caporedattore Alessandro Notarstefano. L’altro caporedattore Lino Morgante è, invece, diventato direttore editoriale e amministratore delegato della Società  Editrice Sud, fino a poche settimane fa Società  Editrice Siciliana, di cui è rimasto presidente il padre Giovanni.
Notarstefano intende pilotare il quotidiano, che ha il suo bacino di diffusione per due terzi in Calabria e un terzo nella provincia di Messina nella continuità  della gestione precedente.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 429 – giugno 2012