Microsoft: Corte Ue respinge ricorso, Redmond pagherà  860 mln euro

(ASCA) – Roma, 27 giu – La Microsoft dovrà  pagare un’ammenda di 860 milioni di euro per non aver permesso ai suoi concorrenti di avere accesso, a condizioni ragionevoli, alle informazioni relative all’interoperabilità . Lo ha stabilito oggi la Corte di Giustizia europea, confermando la decisione gia’ adottata dalla Commissione Ue e bocciando il ricorso presentato dalla compagnia di Redmond. L’alto organo giudiziario ha tuttavia ridotto di 39 milioni di euro l’entita’ della mora inflitta inzialmente da Bruxelles.
rba/cam /cam

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti