Germania/ Prima pagina Bild scritta a mano: muore pezzo cultura

Un adulto su 3 non scrive niente da 6 mesi; boom degli Smartphone
Roma, 27 giu. (TMNews) – La Bild pubblica oggi la sua prima pagina interamente scritta a mano e lancia l’allarme che vede la scrittura a mano morire lentamente: “Muore un pezzo di cultura”, scrive il popolare tabloid tedesco, citando uno studio inglese secondo il quale un adulto su tre nell’ultimo mezzo anno non ha più scritto niente di proprio pugno.
In media gli intervistati non hanno usato una penna per 41 giorni. Si comunica solo via sms o per e-mail, insiste il giornale di Springer, che per spiegare i vantaggi e gli svantaggi del fenomeno ha contattato diversi esperti e richiamato una serie di dati: l’85% delle aziende in Germania lavora con le calcolatrici, il 79% delle famiglie possiede in computer a casa e la maggior parte di loro una connessione internet; a ciò si aggiungono i cellulari, con 12 milioni di Smartphone venduti nel paese nel solo 2011 (più 31%).
Ma la scrittura a mano rimane importante: se non scriviamo niente, la parte del cervello addetta a questa mansione viene usata meno, secondo alcuni addirittura si riduce, con il rischio di perdere memoria o altre abilità .

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari