Rai/Minzolini: Se assolto torno direttore del Tg1

Io mai dipendente di Berlusconi al contrario di Mentana e Santoro

Roma, 28 giu. (TMNews) – “Se mi assolvono anche in primo grado dall’accusa di peculato torno direttore del Tg1. Non lo dico io, lo dice la legge applicata dalla Rai per sostituirmi. Se voglio farlo? Certo che tornerei”. Lo ha detto Augusto Minzolini alla ‘Zanzara’ su Radio 24.

Minzolini è da qualche settimana direttore dei corrispondenti esteri. Con che incarico? “Beh, ci dobbiamo guadagnare lo stipendio in qualche modo. Può anche essere – ha aggiunto – un lavoro interessante, mentre a New York ho detto di no perché la sede è stata ridotta. Che ci andavo a fare?”.

“Il mio Tg1 – ha detto ancora Minzolini a Radio 24 – è stato minzoliniano, non berlusconiano. Io non sono mai stato dipendente di Berlusconi, al contrario di altri come Mentana e Santoro stesso”. Nei palinsesti della Rai c’è ancora una casella vuota, la prima serata del giovedì sera. Le piacerebbe farla? “Mi sentirei pronto per un talk show, certo – ha risposto – ma non mi propongo, è l’azienda che mi deve chiamare. Ma potrei fare un programma in qualsiasi rete, non necessariamente al posto che fu di Santoro”. Poi Minzolini ha parlato delle prossime nomine alla Rai. “Gubitosi e Tarantola – ha concluso – non si sono mai occupati di televisione, lo stesso si può dire per Colombo mentre la Tobagi ha fatto una esperienza in Radio. Però tutti possono imparare”.

Red/Bac

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi