TLC

29 giugno 2012 | 13:41

TELECOM: SOCIETA’ CHIEDE COSTITUIRSI PARTE CIVILE SU SIM FANTASMA

(AGI) – Milano, 29 giu. – Telecom Italia ha chiesto al Gup di Milano Fabrizio D’Arcangelo di costituirsi parte civile nei confronti di tre suoi ex dirigenti nell’ambito del procedimento sulle cosiddette sim “fantasma”. Sono l’ex amministratore delegato Riccardo Ruggiero, il direttore operativo di Tim dal 2005 al 2007 Massimo Castelli e il responsabile marketing tra il 2006 e il 2008 Luca Luciani, per i quali l’accusa ha chiesto il rinvio a giudizio per ostacolo all’attivita’ di vigilanza l’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni. (AGI) Mi2/Car (Segue)
La richiesta e’ stata fatta questa mattina, nel corso dell’udienza preliminare. Contestualmente Telecom ha anche formalizzato la richiesta di patteggiare per avere violato la legge sulla responsabilita’ amministrativa degli enti con una pena pecuniaria di 600mila euro. I tre ex manager sono accusati di aver tenuto in vita tra il 2006 e il 2008 5,3 milioni di schede sim con ricariche da un centesimo allo scopo di ostacolare l’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, gonfiare la base clienti di Telecom e le sue quote di mercato. Il Gup D’Arcangelo decidera’ sulle richieste il 10 luglio prossimo. (AGI) Mi2/Car