Tv: Clan Celentano contro “cinica” Sky che annulla Adrian

DIFENDEREMO POSTI DI LAVORO, AZIONE LEGALE E RISARCIMENTO DANNI

(ANSA) – ROMA, 29 GIU – Sky ha deciso di annullare la serie animata di Adriano Celentano ‘Adrian’: ad annunciarlo è il Clan Celentano, che però non ci sta e annuncia azioni legali nei confronti della pay tv. “Dopo anni di duro lavoro alla nostra serie animata ‘Adrian’ – afferma il Clan in una nota inviata all’ANSA – , che ha visto coinvolti grandi artisti (insieme ad Adriano Celentano: Manara, Piovani e Cerami) ai più giovani talenti italiani (come gli sceneggiatori della scuola Holden di Baricco), Sky Italia ha improvvisamente richiesto la risoluzione del contratto sottoscritto con la nostra società , con il pretesto di non avere ricevuto in consegna la serie nei tempi previsti”. Tempi – si sottolinea, “concordemente differiti da Clan Celentano e Sky Italia al 2013 (primi 13 episodi) e inizio 2014 (secondi 13 episodi), per la complessità  e innovatività  del progetto, come è già  capitato per analoghe opere artistiche di eccezionale originalità , e la lunghezza della serie in animazione (26 episodi)”. “Ciò – prosegue il Clan Celentano – ha fatto in spregio dei moltissimi materiali prodotto nel frattempo dal Clan, della qualità  ricercata, del talento e della passione di chi lavora con noi alla realizzazione di un’opera di particolare ambizione, estrosità  e fantasia come ‘Adrian'”. “Difenderemo strenuamente, ancor più in questo momento di grave crisi economica – aggiunge il Clan -, i posti di lavoro di tutti coloro che collaborano con noi su questo progetto, nonché i diritti nostri e di Adriano Celentano”. E in particolare, “contrasteremo in ogni modo questo tentativo di trasformare le esigenze artistiche di creazione di un opera inedita ed ambiziosa, in una inadempienza contrattuale con il consueto cinismo delle multinazionali”. Per questo, conclude il Clan, “avvieremo immediatamente le pratiche legali necessarie ad ottenere l’adempimento delle obbligazioni contratte da Sky Italia nei nostri confronti e il risarcimento di tutti i danni, qualora Sky Italia proseguisse su questa linea”.(ANSA).
MV/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi