Rai: Todini, tre tg sono troppi. Ne basta uno (Avvenire)

Rai: Todini, tre tg sono troppi. Ne basta uno (Avvenire)
(ASCA) – Roma, 28 ago – ”Via i rami secchi, tutti a viale Mazzini accettino i sacrifici. Penso a una ristrutturazione della Rai: una rete commerciale, una di informazione e una regionale. Serve una profonda razionalizzazione nella tv pubblica. E serve anche nei tg. Ne basta uno. Forte. Autorevole. Che potrebbe nascere unendo risorse umane e mezzi tecnici che oggi sono inspiegabilmente divisi”. Luisa Todini, neo consigliere del Cda Rai, in un’intervista ad ”Avvenire” spiega che ”questa crisi e’ la grande occasione per fare pulizia. Per tagliare i rami secchi, per eliminare sprechi e inefficienze. E per ridurre i costi”. Farlo, dice, ”e’ sempre possibile. In ogni azienda. Anche quando si dice che si e’ all’osso ci sono margini per intervenire”. E gli stipendi fuori controllo : ”Da donna d’azienda dico sempre di ragionare su costi-benefici. Anche in Rai gli stipendi dovrebbero essere legati a utili e audience. Proprio come in qualsiasi altra azienda moderna dove si lavora per raggiungimento di obiettivi: si parta da un fisso che poi potra’ crescere in base agli ascolti e alla raccolta pubblicitaria legata al programma”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi