Editoria

01 ottobre 2012 | 15:04

PEDOFILIA:BBC NELLA BUFERA,COPRI’ MOLESTIE PRESENTATORE

DOCUMENTARIO ITV ACCUSA JIMMY SAVILE DI AVER ADESCATO MINORENNI

(di Carolina Stupino) (ANSA) – LONDRA, 1 OTT – La regina lo ha nominato baronetto, il Papa Cavaliere dell’Ordine di San Gregorio Magno per la sua attività  di filantropo. E’ stato uno dei personaggi più celebri della radio e della televisione britannica, inconfondibile per il suo look stravagante. Ma ora dettagli scabrosi emergono sul passato del presentatore Jimmy Savile e la Bbc si trova al centro di una bufera di polemiche, accusata di aver chiuso un occhio sul suo vizio di molestare ragazzine minorenni. Un documentario che andrà  in onda domani sulla rete rivale Itv dal titolo ‘Exposure: The Other Side Of Jimmy Savile’, racconta che il presentatore, scomparso alla fine dell’ottobre scorso all’età  di 84 anni, adescava ragazzine dai 12 anni in su promettendo loro dolci, sigarette e biglietti per far parte dell’audience nei suoi spettacoli. E afferma che la Bbc ne fosse al corrente fin dagli anni Sessanta, ma che non intervenne mai. Il programma raccoglie le testimonianze di sei donne che si sono fatte avanti e hanno raccontato di essere state molestate da Savile – che da bambino durante la guerra aveva lavorato in miniera e che aveva iniziato la sua carriera come dj nel nord dell’Inghilterra negli anni ’40 – nella sua Rolls Royce, in un ospedale, in una scuola e all’interno della stessa Bbc. Una donna ha persino accusato il presentatore di averla violentata nel suo camerino. A scioccare ancora di più nel documentario è l’ammissione di alcuni responsabili della produzione della Bbc che il ‘vizietto’ di Savile non fosse poi così tanto segreto. Wilfred DéAth, un ex produttore della Bbc, ha raccontato di aver visto Savile cenare al ristorante con una ragazzina di 12 anni e che questi aveva definito ‘Top of the Pops’, un noto programma sulle chart musicali che all’epoca conduceva, come “il suo terreno di caccia”. Sue Thompson, un’altra produttrice della Bbc, ha dichiarato di averlo visto baciare una ragazzina di circa 14 anni nel suo camerino. “Non era un bacio innocente sulla guancia come se questa ragazzina gli fosse saltata in grembo. Era una avance di natura sessuale”, dice Thompson. L’emittente pubblica è anche accusata di aver bloccato un’inchiesta del programma di attualità  Newsnight sulle accuse di pedofilia dirette a Savile poco dopo la sua morte. Un portavoce dell’emittente ha affermato che l’inchiesta era stata accantonata per ragioni editoriali, ma secondo alcune fonti quanto era emerso era “troppo scomodo” per essere trasmesso.(ANSA)