New media, TLC

03 ottobre 2012 | 9:44

Telecom Italia: pensa davvero a scorporo rete (Sole)

Telecom I.: pensa davvero a scorporo rete (Sole)

MILANO (MF-DJ)–Se proseguire o meno su questa strada, ha ribadito il presidente Franco Bernabe’, lo decidera’ entro fine anno il Cda, sulla base di considerazioni “industriali. Da tempo abbiamo messo il tema della rete al centro della nostra attenzione. Aspettiamo che ci sia un contesto regolatorio definito, ma i segnali che arrivano dall’Ue, da Commissario Kroes che ha parlato di valore reale del rame, ci incoraggiano a riflettere in questa direzione. Ieri la Kroes, si legge sul Il Sole 24 Ore, ha affermato che i prezzi d’accesso alla rete in rame devono tener conto anche dell’inflazione. “Non possiamo continuare a vivere in un ambiente deflazionistico”, ha commentato Bernabe’, sottolineando che questo nuovo passo del Commissario per l’agenda digitale apre la strada a un contesto normativo per le tlc molto simile a quello di altri settori come per esempio gas ed elettricita’. In questo quadro si inserisce appunto l’ipotesi di scorporo della rete, per la quale sono stati avviati contatti con la Cdp. Ora l’uscita dell’Antitrust lascia il dubbio che la separazione della rete possa diventare una disposizione ex lege. Solo qualche giorno fa l’Antitrust e’ intervenuta su un’altra iniziativa di collaborazione pubblico-privato, l’esperimento di Trento per una newco con Telecom dedicata allo sviluppo della banda ultralarga dove l’amministrazione provinciale avrebbe conferito l’infrastruttura gia’ esistente di sua proprieta’. Di fatto l’opposto dell’ipotesi di cui si sta discutendo con la Cdp, dove ad apportare la rete d’accesso (in rame) sarebbe invece Telecom. Nel caso del Trentino l’Antitrust ha contestato la procedura che non e’ passata da una vera e propria gara per stabilire con quale operatore telefonico avviare la joint venture

red/alb