Dl crescita/ Profumo:Ora paese in condizioni di diventare normale

Sarà  operativo in tempi brevi con processi definiti

Capri, 5 ott. (TMNews) – Con il decreto sulla crescita, con le misure per l’Agenda digitale e le start up, il governo ha messo il paese nelle condizioni di diventare “un paese normale”. Lo ha sottolineato il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, intervenuto a Capri, a un convegno dedicato al tema delle tlc.  “Ieri è stata una giornata importante per l’innovazione del nostro paese e per consentire all’Italia – ha detto profumo – di diventare un paese normale”.  “Abbiamo lavorato in questi mesi – ha spiegato il ministro – per un disegno di modernizzazione che ci consente di poter competere in forma sobria ma efficace per un’Europa che ha bisogno di noi.  L’Europa sta guardando a un paese che sta riacquisendo un ruolo che mi auguro possa rimanere nel tempo. Il decreto è fatto per essere operativo in tempi brevi con processi definiti e valutazioni nel tempo dei processi messi in atto”. Per Profumo con il decreto licenziato ieri dal cdm si è fatto in modo che il cittadino non sia più vessato ma “perchè i servizi arrivino direttamente sul suo pc”. “Abbiamo messo il paese nelle condizioni di avviare un processo di modernizzazione”, ha concluso Profumo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci