La tv ha un futuro sociale

“Se, come risulta dalle ricerche di Google, il 77% delle persone che guardano la televisione ha a portata di mano anche un altro device, la tv ha certamente un futuro sociale”, dice David Wertheimer, presidente della divisione digital di Fox Broadcasting Company che ha partecipato all’incontro organizzato oggi al Mipcom dal titolo ‘Show me the way to the future of TV’. “Il 25% del pubblico compreso tra i 18 e i 34 anni si sintonizza su uno show per la prima volta perchè ne ha sentito parlare sui social media, quota che sale al 30% tra i ragazzi di 15-17 anni”, prosegue Wertheimer. Si realizza così un ecosistema unico tra tv e mondo digitale. “Broadcaster e produttori dovranno essere in grado di creare ‘contenuti condivisibili’ attorno ai programmi televisivi in modo da sensibilizzare il pubblico prima del loro debutto in onda”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Snam, nuova brand identity per un futuro di sfide nei mercati globali dell’energia

 Rodolfo Belcastro è il direttore della comunicazione di Cir

Fabrizio Piscopo collabora con System 24