New media

10 ottobre 2012 | 14:20

It: al palo imprese tradizionali e P.A., cresce web

ROMA (MF-DJ)–L’Information Technology tradizionale sta seguendo il trend recessivo generale mentre sta emergendo una Nuova IT in controtendenza e legata al mondo del Web, del Social, del Mobile, del Cloud. Complessivamente pero’ la media del mercato nel 2012 e’ pienamente recessiva: -3,2%.
Questa la prima fotografia dell’Assintel Report 2012, la ricerca annuale sul mercato del Software e Servizi IT in Italia effettuata da Nextvalue per conto di Assintel, l’associazione nazionale delle imprese Ict di Confcommercio-Imprese per l’Italia. Lo studio, presentato oggi a Roma nel corso di un convegno, e’ stato reso possibile anche grazie al contributo di alcuni fra i piu’ rappresentativi operatori dell’Information Technology italiana: Amadeus Italia, Econocom, Elelco, Gesp, Ibm, InfoCamere, Oracle, Present, Ricoh.
“Oggi la nostra economia si trova in guerra. C’e’ chi sta in trincea con gli elmetti lottando quotidianamente per difendersi; e poi ci sono i capitani coraggiosi, con lo sguardo oltre l’orizzonte, che prefigurano l’evoluzione del mercato verso un’economia del digitale – cosi’ commenta Giorgio Rapari, Presidente di Assintel e della Commissione Innovazione e Servizi di Confcommercio-Imprese per l’Italia -. Oggi Internet impatta su ogni business e il suo ruolo nella nostra economia va crescendo sempre piu’ rapidamente: quello che ancora manca e’ un adeguamento infrastrutturale e politico alle nuove dinamiche. Il Decreto per lo Sviluppo Digitale muove alcuni passi coraggiosi, altri piu’ conservativi: la sfida sara’ legata alle norme di attuazione, al coordinamento fra i vari attori istituzionali, alla ripresa degli investimenti nella Pubblica Amministrazione e infine alla reale disponibilita’ di incentivi per chi innova”.