New media, TLC

11 ottobre 2012 | 16:24

TLC:CYBER INCIDENTI IN UE COLPISCONO PIU’ L’INTERNET MOBILE

RAPPORTO PUBBLICATO DA AGENZIA SICUREZZA INFORMATICA UE

(ANSA) – BRUXELLES, 11 OTT – La maggior parte degli incidenti informatici nei Paesi dell’Unione europea (circa il 60%) colpisce la telefonia e internet mobile. E’ quanto emerge oggi dal rapporto pubblicato dall’Enisa, l’agenzia europea per la sicurezza informatica nell’Ue, che contiene per la prima volta un’analisi dei ‘cyber incidenti’, in particolare delle interruzioni di comunicazioni o servizi “più gravi”, nei Paesi Membri nel 2011. “Gli incidenti che riguardano la telefonia mobile o l’internet mobile – dice il rapporto – hanno colpito la maggior parte degli utenti interessati, circa 300.000, cifra spiegabile con l’elevato numero di utilizzatori del ‘mobile’”. Gli Stati dell’Ue sono tenuti una volta all’anno a presentare all’Enisa e alla Commissione europea delle relazioni sintetiche. Undici paesi dell’Unione europea hanno registrato “51 interruzioni gravi” nelle reti di comunicazione elettronica o di servizi ed emerge che i problemi ai servizi di comunicazione, sia fissa che mobile, dipendono in larga misura dall’alimentazione. Fenomeni naturali come tempeste, inondazioni e neve pesante hanno un grande impatto sulla rete di alimentazione dei fornitori e possono causare incidenti di lunga durata di circa 45 ore in media. “Rispetto allo scorso anno gli Stati membri hanno sistemi nazionali più maturi per la notifica degli incidenti”, hanno detto gli esperti dell’Enisa, Marnix Dekker and Christoffer Karsberg, riferendosi al prossimo rapporto che pubblicheranno.”Ci aspettiamo di pubblicare nella futura relazione annuale un rapporto con un numero di casi 10 volte superiore”.(ANSA).