Televisione

11 ottobre 2012 | 16:57

RAI: TARANTOLA, NO A SENSAZIONALISMO E TV DEL DOLORE

OGNI PEZZO PROGRAMMAZIONE DEVE AVERE MARCHIO SERVIZIO PUBBLICO

(ANSA) – ROMA, 11 OTT – La nuova Rai “non deve più indulgere nel sensazionalismo e nella tv del dolore”. E’ quanto sostiene il presidente della tv pubblica, Anna Maria Tarantola, in una relazione inviata ai componenti della Commissione di Vigilanza Rai. “Ogni singolo pezzo della nostra programmazione, quale che sia il mezzo per cui è stato pensato o attraverso il quale arriva al pubblico, dovrà  comunque avere ben chiaro il marchio autorevole del servizio pubblico – scrive Tarantola nel documento redatto in occasione dell’audizione in Commissione di Vigilanza del 26 settembre scorso e ora trasmesso alla Bicamerale -. Così la fiction, che è uno strumento importante con cui, attraverso la narrazione, si possono aiutare i cittadini a capire e a crescere. Così lo stesso intrattenimento che, mi sento di dirlo con chiarezza, non deve più indulgere nel sensazionalismo e nella tv del dolore. Sono convinta che in Rai vi siano risorse adeguate per cambiare, innovando con intelligenza e equilibrio”. Tarantola spiega, inoltre, che “nel medio-breve termine” il “progetto di rilancio” dell’azienda “passa necessariamente attraverso un intervento sui palinsesti che consenta alla Rai di svolgere sempre di più quel ruolo di volano della cultura televisiva che è proprio del servizio pubblico fornendo ai nostri utenti non solo ciò che si aspettano ma soprattutto ciò che a loro manca”. “I tempi per avere un nuovo palinsesto declinato in modo da soddisfare le finalità  che ho indicato – prosegue Tarantola – non sono brevi, perché il palinsesto 2012 è già  stato definito così come la programmazione di alcune iniziative che andranno in onda nel 2013, perché costruire un nuovo ‘catalogo’ di prodotti richiede elaborazione e creatività  e l’impiego di consistenti risorse finanziarie e umane. Dobbiamo comunque intervenire da subito sulle linee editoriali. E’ ciò che stiamo facendo”. (ANSA).