New media

12 ottobre 2012 | 14:45

TWITTER: PRESENZA ‘RIPAGA’ POLITICI, CRESCONO DONAZIONI WEB

LETTORI MICROBLOG PIU’ PROPENSI A METTERE MANO AL PORTAFOGLI

(ANSA) – ROMA, 12 OTT – La popolarità  di cui ormai gode Twitter tra i politici di tutto il mondo sembra ampiamente giustificata: secondo uno studio dell’azienda di marketing Compete, gli utenti che leggono un messaggino di un politico hanno una probabilità  doppia di visitare i siti web dello stesso per fare una donazione. Lo studio, fatto subito dopo il dibattito tra Obama e Romney che ha prodotto circa 10 milioni di tweet, ha scoperto che gli utenti di Twitter, in particolare quelli Usa, sono il 68% più propensi rispetto a quelli del web a visitare le pagine web di personaggi politici con richieste di donazioni. Per far mettere mano al portafogli sembrerebbe bastare un qualsiasi riferimento alla politica, dai tweet degli amici a quelli a pagamento che negli Usa in questo periodo affollano il social network. Rispetto a un utente di Twitter generico, quello che vede il messaggio politico ha una probabilità  maggiore del 98% di visitare poi il sito per donare soldi: “E anche le esposizioni ripetute sembrano pagare – scrive sul suo blog Peter Greenberger, responsabile dei messaggi politici di Twitter – lo stesso tweet visto per tre giorni di fila aumenta la propensione a donare del 31%, mentre se si superano gli otto giorni la percentuale sale al 130%”. (ANSA).