La legge ammazza informazione

Pubblichiamo qui di seguito il testo del disegno di legge sulla Diffamazione licenziato il 23 ottobre 2012 dalla Commissione Giustizia del Senato e approdato il giorno seguente alla Camera.
Da 5 mila a 100 mila euro di multa la pena pecuniaria prevista in caso di diffamazione a mezzo stampa. Il ddl introduce la pena accessoria dell’interdizione dalla professione del giornalista ritenuto colpevole (per un periodo da uno a sei mesi, e da uno a tre anni in caso di reiterazione).
C’è anche la norma che riguarda i ‘dossieraggi’ o la cosidetta ‘macchina del fango’ che prevede oltre alla multa per il giornalista, direttore o editore considerati colpevoli un risarcimento danni per la parte offesa non inferiore a 30 mila euro.
Il ddl interviene anche per regolare il web instituendo ‘il diritto all’oblio’ che permette di chiedere a un sito web (giornalistici e non) di cancellare un articolo, un link, un’immagine che si riferiscono a dati personali considerati offensivi dagli interessati.

– Disegno di legge sulla Diffamazione (.doc)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Reuters Digital News Report 2018: Nord Europa paga per le news, emerge la strategia delle donazioni, cala l’accesso da social

La classifica dei quotidiani più diffusi ad aprile. Sul podio Corriere, Rep, Sole. Crescono Avvenire, Corriere dello Sport, Tuttosport

Report Agcom sui big data: la moneta nel mercato delle app? I nostri dati