New media

24 ottobre 2012 | 11:44

MICROSOFT: UE VERSO MULTA, CONFERMATO NON RISPETTO IMPEGNI

SU SCELTA BROWSER, INDAGINE APERTA DA META’ LUGLIO

(ANSA) – BRUXELLES, 24 OTT – Si fa più concreto il rischio multa per Microsoft. I servizi dell’Antitrust Ue, dopo aver aperto l’inchiesta a metà  luglio, sono giunti alla conclusione “preliminare” che il colosso di Redmond “non ha rispettato gli impegni vincolanti” presi con Bruxelles per consentire ai consumatori di scegliere il navigatore internet. La Commissione Ue ha inviato una lettera per informare la società , che può ora presentare le sue osservazioni. Nei casi di non rispetto, la multa Ue può arrivare al 10% del fatturato annuo. Microsoft si era impegnata nel dicembre 2009 a fornire agli utenti dei suoi computer una schermata di scelta per il browser di navigazione su internet, che prima era impostato in modo predefinito a vantaggio di Internet Explorer. Con l’introduzione di Windows 7 Service Pack 1 nel febbraio 2011, però, la possibilità  di scelta è scomparsa, a differenza di quanto dichiarato nei rapporti annuali che il gigante informatico era obbligato a presentare a Bruxelles. Nella sua lettera di obiezioni, la Commissione Ue sottolinea come “da febbraio 2011 a luglio 2012, milioni di utenti Windows” non hanno avuto la schermata di scelta. Un fatto, questo, sottolinea l’Antistrust Ue, “riconosciuto” dalla stessa Microsoft, che a luglio aveva presentato le sue “scuse” e si era difesa sostenendo si fosse trattato di un “errore tecnico”. Già  allora il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia aveva avvertito che se le accuse fossero state confermate ci sarebbero state “serie conseguenze per Microsoft”, con “sanzioni” pecuniarie. E’ la prima volta che gli impegni vincolanti in materia di Antitrust presi con l’Ue non sono stati rispettati. Risale al 2004, quando il commissario alla concorrenza era Mario Monti, la prima multa dell’Ue a Microsoft, da 497 milioni di euro. (ANSA)