SALLUSTI: ANSELMI, IN DDL DISPREZZO LIBERTA’ STAMPA

RISCHIO CHIUSURA PER MOLTI GIORNALI, SI CAMBI RADICALMENTE

(ANSA) – ROMA, 24 OTT – “Oggi queste norme sono assurde e pericolose, possono condizionare la sopravvivenza di molti giornali e rivelano un assoluto disprezzo per la libertà  di stampa. E’ auspicabile che il dibattito le modifichi radicalmente”. Così il presidente Fieg, Giulio Anselmi, interviene sul ddl diffamazione dopo il Comitato di presidenza. “Le norme sulla stampa in discussione al Senato – afferma Anselmi – introducono un elemento di buon senso con l’abolizione del carcere, pena evidentemente sproporzionata, ma propongono anche elementi assurdi e pericolosi per la misura delle sanzioni economiche e per le modalità  delle rettifiche. Sanzioni economiche e rettifiche sono elementi di per sé giusti se commisurati all’entità  del danno e alla tutela dell’onorabilità  delle persone offese, ma allo stato appaiono falsati da una volontà  vessatoria nei confronti dell’informazione”. “Oggi queste norme – conclude il presidente Fieg – sono assurde e pericolose, possono condizionare la sopravvivenza di molti giornali e rivelano un assoluto disprezzo per la libertà  di stampa che è fondamento della democrazia. E’ auspicabile che il dibattito le modifichi radicalmente”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari