DDL SALLUSTI: SE CONDANNA SI RESTITUIRANNO CONTRIBUTI

(ANSA) – ROMA, 25 OTT – L’Aula del Senato sconfessa l’accordo raggiunto ieri nella maggioranza sul ddl diffamazione. In caso di condanna i giornali dovranno restituire i contributi per l’editoria, così come prevede il comma 2 dell’articolo 9 del ddl sulla Diffamazione per il quale era stata decisa la soppressione con parere favorevole di governo e relatori.
I ‘no’ alla soppressione della norma che prevede la restituzione dei contributi all’editoria sono stati 119, mentre i sì 112. Contro i tre emendamenti che chiedevano la cancellazione del comma 2, uno dei quali portava la firma del capogruppo del Pd Anna Finocchiaro e del senatore sempre Pd Vincenzo Vita, si è espresso un altro senatore Democratico, Gerardo D’Ambrosio.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari