Televisione

25 ottobre 2012 | 13:47

RAI: GUBITOSI AD AMATO, OTTIMO CONDUTTORE VEDIAMO SHARE

SIPARIETTO A VIALE MAZZINI CON TARANTOLA

(ANSA) – ROMA, 25 OTT – Divertente siparietto oggi a viale Mazzini tra il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi e Giuliano Amato alla presenza del presidente Anna Maria Tarantola in occasione della presentazione del programma ‘Se una farfalla batte le ali…”, in onda da domenica prossima alle 13 su Rai 3 (in replica ogni venerdì su Rai Storia alle 20.30) per dodici puntate, e che vede come conduttore d’eccezione proprio il già  due volte presidente del Consiglio, e sei volte ministro. “Giuliano Amato con questo programma. E’ l’esempio di come si fa servizio pubblico. Ho l’impressione che ‘cedendolo’ alla politica abbiamo perso un ottimo conduttore…”, ha esordito Gubitosi. “E allora parliamone”, è la replica del dottor Sottile… “Si d’accordo, ma prima vediamo come va lo share – é la controreplica spiritosa del direttore generale di Viale Mazzini. Gubitosi ha quindi ribadito che “questi sono i programmi che vogliamo fare perché siamo servizio pubblico. La trasmissione ha inoltre un’importanza particolare perché proietta la nostra programmazione nel panorama internazionale al quale forse non abbiamo fino ad oggi dedicato spazio sufficiente”. “Se una farfalla batte le ali è un programma per capire meglio il nuovo mondo – ha sottolineato il presidente Tarantola – e cogliere i cambiamenti avvenuti e quelli che avverranno. Un programma utile e importante, perché anche questo è il servizio pubblico”. Anche per Tarantola Amato ha una battuta: “Sono molto onorato di trovarla oggi qui come presidente della Rai. E anche lei è l’esempio di come avvengono i cambiamenti nel mondo e nella vita. Aveva tante possibilità , tipo lasciare il marito…invece ha scelto di cambiare lavoro lasciando la Banca d’Italia per la Rai. E ha fatto la scelta migliore”. Prima della conferenza stampa, Tarantola, Gubitosi e Amato si sono incontrati privatamente per un colloquio di circa 10 minuti a Viale Mazzini.(ANSA).