New media

31 ottobre 2012 | 10:16

Google/ Smentisce richiesta fisco francese da 1 miliardo di euro

L’anticipazione oggi su Le Canard Enchainé

Parigi, 31 ott. (TMNews) – Google non ha ricevuto alcuna notifica da parte del fisco francese per il pagamento di un miliardo di euro di tasse. Lo ha detto alla France Presse un portavoce di Google France, che smentisce la notizia apparsa oggi sul settimanale Le Canard Enchainé: “Google non ha ricevuto notifiche di correzioni fiscali da parte dell’amministrazione fiscale francese”, ha assicurato il portavoce aggiungendo che “Google continuerà  a cooperare con le autorità  francesi come fatto finora”. Secondo il settimanale satirico francese Le Canard Enchainé in edicola oggi, il fisco francese avrebbe chiesto a Google un miliardo di euro di tasse sul “prezzo di trasferimento” tra la filiale francese del motore di ricerca e la holding irlandese: “E’ quanto chiederà  la Direzione generale delle imposte al gigante americano per quattro esercizi contabili”, scrive il settimanale senza citare le sue fonti.Secondo il giornale questa “sanatoria fiscale” è stata evocata nel corso dell’incontro di lunedì ieri tra il presidente Francois Hollande e il numero uno di Google, Eric Schmidt, colloquio dedicato alla paventata introduzione di una tassa di di diritto d’autore a carico del motore di ricerca americano.”Se entro la fine dell’anno – spiega Le Canaard Enchainé – i negoziati tra Google e gli editori non dovessero concludersi, Google sa già  cosa l’aspetta da un punto di vista fiscale: 1 miliardo”, afferma il settimanale “altrimenti ci sarà  senz’altro modo di negoziare”.Tra il 2008 e il 2010, grazie a una serie di manovre finanziarie, battezzate “sandwich olandese” o “raddoppio irlandese”, Google è riuscita a pagare solo una percentuale minima di tasse, poiché la quasi totalità  dei redditi dichiarata in Irlanda, dopo un passaggio per l’Olanda tramite una società  intermediaria, veniva trasferita nel paradiso fiscale delle Bermuda dove ha sede la filiale Google Ireland Holdings.In Francia, secondo alcune stime, il motore di ricerca avrebbe realizzato nel 2011 un volume d’affari compreso tra 1,25 e 1,4 miliardi di euro, derivanti principalmente dall’attività  di agenzia pubblicitaria su internet, ma avrebbe versato appena 5 milioni di euro di tasse.