Anderson lascia Wired Usa

Chris Anderson lascia la direzione di Wired Usa dopo oltre undici anni per dedicarsi a ‘3D Robotics’, la start-up di progettazione di droni (veivoli a pilotaggio remoto) che ha co-fondato nel 2009. La notizia è apparsa sul sito Wired.com il 2 novembre ed è stata confermata dallo stesso Anderson sul suo profilo Twitter @chr1sa.
“Questa è per me l’opportunità  di perseguire un sogno imprenditoriale”, ha dichiarato in un comunicato. “La missione di Wired di influenzare e raccontare la rivoluzione digitale è più forte che mai e sono sicuro che continuerà  ad espandersi”.
Sotto la guida di Anderson la rivista di Condé Nast è cresciuta da 500 mila a 825 mila copie, ha vinto otto National Magazine Awards e nel 2010 è stata nominata rivista del decennio da Adweek.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Snam, nuova brand identity per un futuro di sfide nei mercati globali dell’energia

 Rodolfo Belcastro è il direttore della comunicazione di Cir

Fabrizio Piscopo collabora con System 24