Editoria

06 novembre 2012 | 16:39

DDL SALLUSTI: NESSUNA INTERDIZIONE PER PRIMA CONDANNA

TROVATO ACCORDO IN COMMISSIONE, DOMANI TORNA IN AULA

(ANSA) – ROMA, 6 NOV – Salta la misura dell’interdizione dalla professione giornalistica in caso di una prima condanna per diffamazione. Lo ha deciso la commissione giustizia del Senato con un voto bipartisan. Hanno votato contro i senatori del Pd Casson e Vita. Testo torna in Aula domani. Si è sbloccato l’impasse in commissione Giustizia, che ha trovato l’intesa su una settima riformulazione dell’ emendamento del Pdl a firma Balboni e Mugnai, su cui ha convenuto anche quasi tutto il Pd, esclusi Cassone e Vita che hanno votato contro e d’Ambrosio e il radicale Perduca che si sono astenuti. La nuovo disciplina sull’ interdizione dell’ attività  giornalistica stabilisce che alla prima condanna per diffamazione non sono previste misure interdittive, dalla seconda condanna, per la recidiva semplice, è facoltà  del giudice applicare un’interdizione da uno a 6 mesi, mentre alla terza condanna, per la recidiva reiterata, è obbligatorio per il magistrato prevedere l’interdizione da uno a dodici mesi. (ANSA)