Comunicazione

07 novembre 2012 | 12:17

OBAMA: LA VITTORIA TRIONFA SU INTERNET

BARACK, MICHELLE E LE FIGLIE, IMMAGINI A TUTTO SCHERMO

(ANSA) – ROMA, 7 NOV – La vittoria di Barack Obama sul suo rivale repubblicano Mitt Romney ha conquistato questa mattina le home page dei media mondiali, molti dei quali aprono con immagini – anche a tutto schermo – del presidente e della sua famiglia sul palco di Chicago, dove ha celebrato il trionfo elettorale. Negli Stati Uniti, il sito del quotidiano THE NEW YORK TIMES titola ‘La notte di Obama’, commentando che “gli elettori hanno confermato il presidente alla Casa Bianca ma Obama dovrà  vedersela con un Congresso con le stesse divisioni che hanno caratterizzato il primo mandato”. Allo stesso tempo, THE WASHINGTON POST titola ‘Un secondo mandato’ e scrive: “Dopo una campagna lunga e difficile, Obama affronta la sua prossima sfida: unire una nazione profondamente divisa”. L’ironia, sottolinea, “é che la più costosa elezione americana è risultata nello status quo”. In Europa, intanto, il FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG (Faz) punta sulla frase di Obama ‘Mi avete fatto diventare un presidente migliore’, mentre il settimanale SPIEGEL online titola ‘Una vittoria senza smalto’, una lettura privilegiata da diversi organi di stampa tedeschi, critici anche sulla campagna elettorale alle spalle. Nel 2008 è entrato nella storia come primo presidente nero, scrive il settimanale tedesco, nel 2012 Obama “ha completato il suo successo personale”, perché se gli americani non lo avessero rieletto “sarebbe stato un presidente storicamente importante ma poco significativo”. “E’ un trionfo? No – continua Spiegel -. Obama ha fatto una campagna elettorale senza smalto, segnata da aspri attacchi al suo avversario più che dall’orgoglio per il personale bilancio”. La BBC online, da parte sua, titola ‘Obama rieletto presidente’ e commenta: Obama ha vinto “nonostante una debole economia e un’elevata disoccupazione (al 7,9%), ma dovrà  far fronte di nuovo a una Camera repubblicana”. Il quotidiano THE GUARDIAN titola ‘Barack Obama: ‘Il meglio deve ancora venire” e scrive che “Obama deve la sua vittoria alla sua capillare campagna elettorale e al professionismo spietato con cui è stata condotta…, ma la sua vittoria è buona per gli americani, buona per l’America e buona per il mondo”. Anche THE INDEPENDENT titola ‘Obama: ‘Il meglio deve ancora venire” e scrive che la sua vittoria “ha confermato la validità  della strategia di presentarsi come un campione della classe media che ha ammesso che c’é ancora lavoro da fare per raddrizzare l’economia”. In Spagna, EL PAIS titola ‘Il meglio deve ancora venire” e scrive: “Obama ha cementato la sua vittoria grazie al forte appoggio degli elettori latino-americani, delle donne e dei giovani”. Il rivale EL MUNDO titola ‘Gli Usa credono ancora in Obama’ e commenta: “Le sue sfide principali saranno raddrizzare l’economia e contenere la crisi della zona euro”. ‘L’America offre quattro anni in più a Barack Obamà , è il titolo del giornale francese LE FIGURA. Così come quello di Le Monde, ma in inglese: ‘Obama: ‘Four more years’”.