Editoria

12 novembre 2012 | 14:35

Germania/ Agenzia stampa tedesca dapd taglia un terzo dei posti

Berlino, 12 nov. (TMNews) – Circa un centinaio, pari a un terzo del totale, di giornalisti della seconda agenzia di stampa tedesca, la dapd, saranno messi alla porta. “Per lavorare con profitto a partire dal 1 dicembre” – spiega in un comunicato l’amministratore del gruppo, Wolf von der Fecht, che ha dichiarato fallimento ad inizio ottobre – “possono essere mantenuti solo due terzi degli impieghi”.
Anche otto filiali della holding dapd, sotto la nuova denominazione HQTA AG, hanno dichiarato fallimento ad inizio del mese scorso, una procedura che ha liquidato 299 dipendenti del gruppo su 515.
“dapd” era nata nel 2010 dalla fusione della “ddp” – agenzia della Germania ovest che aveva acquisito l’agenzia di stato ADN della Germania dell’Est – con il servizio tedesco dell’americana Ap, diventando presto la prima concorrente della prima agenzia tedesca, la “dpa”.
Appena pochi giorni prima di dichiarare fallimento uno dei due patron della holding, Martin Vorderwuelbecke, aveva assicurato che l’agenzia stampa era in buona forma.