Comunicazione, TLC

13 novembre 2012 | 10:27

13 Nov 2012 09:24 CEST Telecom I.: scontro tra soci su proposta Sawiris (Sole)

ROMA (MF-DJ)–L’offerta di Naguib Sawiris che ha messo sul piatto almeno 3 miliardi di euro per un aumento di capitale in Telecom a lui riservato, apre nuovi scenari per il futuro di Telco e soprattutto rimette in discussione gli assetti azionari, che vedono la presenza anche di Telefonica, Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Generali.

Nonostante l’assenza di commenti ufficiali da parte di tutti i soci Telco, ci sarebbero in realta’ delle divisioni sull’offerta avanzata da Sawiris. Secondo quanto riporta stamane il Sole 24 Ore, Mediobanca sarebbe neutrale di fronte all’ingresso dell’imprenditore egiziano nel capitale di Telecom Italia anche perche’ piazzetta Cuccia ha fatto il suo ingresso in Telecom in veste di socio finanziario e dunque con un’operazione bridge che prima o poi dovra’ rientrare.

Diversa la posizione di Intesa Sanpaolo che vedrebbe con favore l’operazione di Sawiris. “Gli investitori esteri sono benvenuti in Italia, purche’ abbiano programmi di crescita di lungo periodo”, ha dichiarato ieri Andrea Beltratti, presidente del consiglio di gestione della banca. Generali e Telefonica invece sarebbero contrari. Per i primi le motivazioni sarebbero di tipo finanziario con riferimento agli elevati prezzi di carico di Telecom; i secondi stanno manifestando sempre piu’ irritazione nei confronti della situazione in cui si sono venuti a trovare in Italia e sarebbero poco soddisfatti dell’investimento.

Tra i soci c’e’ un accordo parasociale che li lega fino al 2015. Ma il patto prevede una finestra di uscita anticipata, con la soluzione di scissione e con la facolta’ di inoltrare la richiesta tra il 1* e il 28 settembre 2013 con esecuzione entro i sei mesi successivi.