DIFFAMAZIONE: PD CHIEDE SOSPENSIONE DDL

(AGI) – Roma, 21 nov. – La legge sulla diffamazione e’ scritta grazie ad “effimere maggioranze, spinte da pulsioni emotive”. Lo ha detto la presidente dei senatori Pd, Anna Finocchiaro illustrando la sospensiva dei democratici sulla legge che riforma la diffamazione.
“Non possiamo aspettarci niente di buono da questa discussione, dovremmo ripercorrere il calvario delle molte questioni, sui cui gravano molti emendamenti” di orientamento diverso, ha aggiunto, sottolineando che ormai si e’ di fronte ad un testo “irridimibile” dal momento che e’ stato introdotto il carcere per i giornalisti. Inoltre, ha proseguito a proposito dell’emendamento ‘salva direttori’, “la norma presentata dal presidente Berselli ha anche un altro difetto squisitamente politico, viene presentata una norma cucita addosso ad un caso giudiziario”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari