Protagonisti del mese, Scelte del mese

26 novembre 2012 | 10:10

Il nuovo campione italiano

“I due portali, Virgilio e Libero, ovviamente rimangono. Anzi li vogliamo valorizzare. Costituiranno una delle tre gambe su cui si reggerà  il nostro business. Le altre due sono le attività  locali e i servizi alle aziende”. Antonio Converti, presidente e ceo di Libero srl, riassume così i progetti della società , dopo l’acquisizione da Telecom Italia di Matrix, a cui fa capo Virgilio. Libero srl è controllata tramite la Weather Investment, dall’imprenditore egiziano Naguib Sawiris, che nei giorni scorsi ha fatto un’offerta da 2 miliardi di euro e oltre per entrare nel capitale di Telecom Italia.
Dalla fusione di Libero e Matrix, che a fine ottobre ha ottenuto il via libera dell’Antitrust e dell’Agcom, nasce una realtà  con un giro d’affari di 150 milioni di euro all’anno e 430 dipendenti che vuole competere sul mercato italiano con i grandi player internazionali di Internet.
“Valorizzeremo i due portali puntando sulle rispettive peculiarità : l’anima tecnologica di Libero e quella editoriale di Virgilio”, prosegue Converti. La società  sta valutando se mantenere due strutture distinte per la raccolta della pubblicità  sui portali oppure unificarle.
Per quanto riguarda la seconda area di attività , il business locale, Converti punta a far diventare Libero e Virgilio le nuove Pagine Gialle di Internet, entrando in competizione con Google. “Vogliamo creare la piattaforma alternativa per le piccole e medie imprese, gli artigiani e i professionisti, mettendo assieme il servizio e-mail di Libero, con i suoi 14 milioni di caselle di posta attive, il servizio di directory 1254 e gli 8mila portali locali di Virgilio (uno per ogni comune italiano)”.
In questi giorni si sta mettendo a punto la struttura organizzativa della società  e si sta cercando una nuova sede a Milano. “Dal 1° di gennaio”, annuncia Converti, “vorremmo partire con il nuovo assetto organizzativo ed entro marzo trasferirci nella nuova sede”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 433 – Novembre 2012