La holding dei ‘cazzari’

È la Gut Edizioni, capofila del gruppo che edita ‘Smemoranda’, l’agenda diario diventata in 33 anni un oggetto cult per studenti e non. E che ha permesso ai suoi promotori di costruire un’impresa mantenendo tutti i valori culturali e sociali con cui sono cresciuti.

Come per la ‘numero 1′, il primo cent di Paperon de’ Paperoni, è custodita in una teca di vetro appoggiata su una colonna all’ingresso, a simboleggiare che con quella ‘Smemo’ del 1979 – la prima agenda scolastica a 16 mesi (l’anno solare più i quattro mesi di apertura dell’anno scolastico) dalla copertina cartonata e le pagine a quadretti – è nato un oggetto di culto per studenti, e non solo, che ha superato il milione di copie vendute. Un’idea editoriale, affiancata adesso da un nuovo sito Internet, su cui è stato possibile costruire un’impresa che da 33 anni sta sul mercato senza intaccare l’anima da ‘cazzari’ socialmente impegnati dei suoi promotori, bravi nel coinvolgere nell’iniziativa personaggi della cultura, dello spettacolo e dello sport.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 433 – Novembre 2012

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale