Diffamazione/ Relatore Berselli: Dal Governo silenzio assordante

Roma, 26 nov. (TMNews) – “Se cade l’articolo 1 cade la legge sulla diffamazione per intero e rimangono per i giornalisti le pene più pesanti, da uno a sei anni: a volte su questo non capisco se si fa disinformazione o altro…”. Non ha nascosto qualche preoccupazione Filippo Berselli (Pdl), relatore del ddl di iniziativa parlamentare in discussione al Senato sul quale si dovrebbe esprimere oggi l’aula con il voto segreto sul primo articolo della riforma e poi con il reasto delle votazioni. Anche su questo Berselli qualche perplessità  l’ha espressa, “vedremo – ha detto ai cronisti – se ci sarà  il numero legale”.
In ogni caso l’esponente del Pdl ha bacchettato il Governo, “che – ha affermato – si è notato solo per il suo assordante silenzio sul tema, mentre si sono fatti tanti decreti, qui forse i requisiti di necessità  e urgenza c’erano”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari